• Brand: un logo vale l’altro?

null

La notorietà di un’azienda è spesso proporzionale al successo del suo logo. Ecco perché la creazione di un logo è un’operazione delicata e importantissima quando si avvia un’attività professionale. Può succedere che si necessiti di un tratto distintivo anche per realtà non commerciali ma che vogliamo si distinguano per caratteristiche ben definite.
Avere un logo ed un marchio moderno non è solamente importante, ma fondamentale. Il logo è lo spirito della tua attività e le persone tendono a dare la loro fiducia ad una azienda che ha un’immagine grafica curata e riconoscibile. Il tuo logo aziendale è qualcosa che dovresti trattare con la massima cura, perché definisce un’identità e aiuta le persone a ricordarla. Gioca un ruolo più importante di qualsiasi nome, campagna pubblicitaria o sito. Il logo insomma è la base da cui partire per creare una comunicazione efficace e di successo.

” Il contenuto viene prima del design. Il design, senza contenuti, non è design, è decorazione”

Jeffrey Zeldman

 

Prendi ad esempio i grandi Marchi, quando pensi ti vengono subito in mente i loro loghi, così semplici ma così riconoscibili allo stesso tempo.

L’importanza del logo per il brand salta dunque subito all’occhio. Ma come procedere nello scegliere ciò che è davvero rappresentativo?

Dando una rapida occhiata ai loghi di successo possiamo notare che alcuni sono composti solo da parole, quasi sempre il nome aziendale. Questa scelta rende il brand identificabile da subito attraverso un nome e un carattere tipografico, nonché un colore frutto di un adeguato studio di mercato che comprende gli effetti psicologici del colore sulla mente umana (ad esempio Coca Cola, Ferrero ecc…)

Altri famosi loghi hanno giocato sulla rappresentazione grafica del nome, aumentando la riconoscibilità e giocando sulle qualità visive di un oggetto (esempio celebre e immediato, la Apple).

Caratteristiche per un logo professionale

FUNZIONALE: Per prima cosa deve funzionare, deve servire perfettamente allo scopo che ci si è prefissati all’inizio e agli obiettivi dell’azienda. Devi  tener presente che nel marketing e nella comunicazione bello non significa necessariamente funzionale.

RAPPRESENTATIVO: Il tuo mercato di riferimento determina l’anima del tuo business e quindi il settore che andrà a rappresentare.

UTILIZZABILE: Cioè applicabile a tutti i supporti, ben leggibile e funzionare prima che a colori in bianco e nero.

UNICO: Dev’essere riconoscibile, non scontato e originale.

CHIARO: E’ meglio non inserire troppi elementi o dettagli che rischiano di confondere le idee.

LEGGIBILE: Quindi ben visibile sia se applicato su di un’enorme cartellone pubblicitario, che utilizzato nell’immagine coordinata di biglietti da visita, brochure etc., oppure inserito all’interno di in una pagina web o di una pubblicità in un giornale, insomma dovrà essere ben visibile in grande, ma soprattutto in molto piccolo.

POSSEDERE UN PAYOFF: E’ importantissimo abbinare all’immagine e al nome un “payoff” efficace, ovvero quella piccola frase posta sotto il marchio che individua l’intera identità di una azienda. Per citarne uno “Mc Donald’s: I’m loving it”, quindi per la scelta del tuo payoff dovrai essere molto attento, e non dilungarti in frasi troppo articolate.